Spedizione gratuita superando gli 80€

Free Shipping Above 150€

 

Shop

Dionaea muscipula ‘Master of Disaster’ (Small plant)

15.00

Dionaea molto particolare, simile alla double trouble ma con le trappole che tendono ad accumulare più mutazioni. Le foglie sono molto variabili, alcune trappole sono sane, altre foglie mostrano trappole multiple (più trappole per foglia) specchiate a coppa rovesciata, ripiegate o deformi.

Disponibile

Categoria:
Descrizione

Dionaea muscipula ‘Master of Disaster’ è una genetica in vendita nello shop Diflora: una Dionaea molto particolare, simile alla double trouble ma con le trappole che tendono ad accumulare più mutazioni. Le foglie sono molto variabili, alcune trappole sono sane, altre foglie mostrano trappole multiple (più trappole per foglia) specchiate a coppa rovesciata, ripiegate o deformi.

 

Come la coltiviamo?

Dionaea muscipula ‘Master of Disaster’ viene ambientata indoor  in una camera di coltura con parametri ambientali controllati, ciò permette ai tessuti della pianta di adattarsi gradualmente alle condizioni di coltivazione extra vitro, mantenendo la massima vigoria della pianta anche durante questa fase delicata.

Dopo questo primo step Dionaea muscipula viene posta all’esterno, sotto luce solare diretta con ristagno idrico fisso, sia in estate che in inverno. Come per quasi tutte le piante carnivore per la coltivazione di questo genere utilizziamo acqua distillata (prodotta attraverso un impianto ad osmosi) oppure acqua piovana.

Le piante offerte nello shop hanno in tutti i casi già superato la fase di adattamento in serra per almeno due mesi.

D. muscipula ‘Master of Disaster’ è una pianta proveniente da climi temperati, viene coltivata all’esterno in ogni stagione dell’anno, sotto la luce diretta del sole sia in inverno che in estate.

La stagione vegetativa va da aprile fino a fine ottobre, mese in cui si inizia a percepire il freddo invernale. Con l’arrivo dell’autunno la pianta, che sia a portamento prostrato od eretto, forma una rosetta dalle dimensioni più contenute per proteggersi dal freddo esponendo meno superficie possibile ed infossandosi nel substrato.

In questa fase, detta “dormienza” o “riposo vegetativo”, rimane verde solo la parte centrale della rosetta e tutte le foglie vecchie seccano o imbruniscono. Attenzione: la pianta non è morta è semplicemente il normale andamento stagionale di una qualsiasi Venere acchiappamosche che va in letargo per superare la stagione fredda in attesa dei primi tepori primaverili.

 

Cosa ne pensiamo di Dionaea muscipula ‘Master of Disaster’?

Dionaea muscipula ‘Master of Disaster’ è una Dionaea prostrata con delle trappole molto particolari, simile alla double trouble ma con le trappole che tendono ad accumulare più mutazioni. Le foglie sono molto variabili, alcune trappole sono sane, altre foglie mostrano trappole multiple (più trappole per foglia) specchiate a coppa rovesciata, ripiegate o deformi.

 

Quale meccanismo di cattura utilizza?

Dionaea muscipula ‘Master of Disaster’ usa una trappola a “tagliola”, ovvero una foglia modificata in cui due lobi spesso di colore vivace fungono, insieme a secrezioni zuccherine di alcune cellule, da richiamo per l’ insetto; questi si chiudono a scatto quando l’insetto si appoggia su questa specie di  “bocca” vegetale.

La chiusura della trappola attiva è causata dal tocco di un insetto su dei peli sensoriali esposti sui lobi fogliari: l’insetto deve stimolare  2 peletti sensore in contemporanea oppure un doppio tocco ripetuto entro pochi secondi in qualsiasi combinazione tra 2  diversi peli sensore.

Questo aumenta l’efficienza di attivazione per una reale preda, riducendo gli sprechi dovuti dall’attivazione della trappola per un passaggio di materiale casuale.

Lo stimolo meccanico si traduce in un potenziale d’azione che si propaga alle cellule dei lobi determinandone le variazioni di turgore e quindi la chiusura a scatto.

L’insetto resta intrappolato nella trappola della Dionaea muscipula in quanto la chiusura dei lobi avviene generalmente in meno di un secondo, ed a margine di essi si presentano delle protuberanze a forma di ciglia che, una volta serrate, formano una  specie di prigione con tanto di sbarre.

Questa prima chiusura in realtà non è altro che un secondo step di controllo per evitare altri eventuali falsi allarmi (una goccia d’acqua, la caduta accidentale di un ramoscello). Se effettivamente all’interno della trappola è presente un insetto di  dimensioni sufficienti , questo, divincolandosi, continuerà a stimolare i peletti  sensore, determinando la completa chiusura dei due lobi e l’attivazione della secrezione di enzimi digestivi.

 

descrizione:

-forma: prostrato

-colore foglie: verde

-colore trappole: tendono a colorarsi di rosso se sottoposte ad un adeguata illuminazione

-dentatura: alcune trappole sono normali, altre foglie mostrano trappole a coppa rovesciata multiple (più trappole per foglia) e spesso deformi. Tuttavia i denti, ove presenti, sono standard

 

info aggiuntive:

Per info di coltivazione visitate il blog:
https://www.diflora.it/guide/come-si-coltiva-dionaea-muscipula/

 

Per ulteriori foto visitate la nostra pagina facebook:
https://www.facebook.com/difloraplant

 

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.