Amore a prima vista

Amore a prima vista

Perchè siamo attratti dalle piante che mangiano?

L’attrazione per ciò che ci stupisce ma che, in fondo in fondo, riconosciamo facilmente ha guidato ognuno di noi ad acquistare la sua prima Dionaea muscipula.
Questa stessa attrazione istintiva è probabilmente ciò che ne causerà anche la morte rapida. L’acquisto impulsivo infatti non è quasi mai associato al recupero delle informazioni necessarie alla sua sopravvivenza. 

Vi siete mai chiesti perche ci emozioniamo o ci stupiamo di fronte a qualcosa? 
Il cervello umano è in grado di elaborare moltissime emozioni basandosi principalmentre su ciò che conosce. Le emozioni più “ semplici” le proviamo perchè siamo in grado di capire perfettamente lo stimolo che percepiamo. 
Prendiamo come esempio una bella canzone pop. 
Quando una canzone ci piace già al primo ascolto significa che abbiamo gia sentito quegli accordi più e più volte e il nostro cervello li riconosce subito.
Invece a quanti piace il jazz? Il jazz usa degli accordi e una struttura musicale completamente diversa. 
Gli appassionati di jazz solitamente sono ascoltatori più attenti perchè prima di provare piacere hanno sopportato il dispiacere. Cioè hanno dato il tempo alla propria testolina di imparare a riconoscere un linguaggio nuovo.

Ma dunque cosa ci spinge a voler approfondire un linguaggio nuovo? Un mondo che fino a quel momento non abbiamo mai preso in considerazione ?

Riconoscere qualcosa di familiare in questo contesto nuovo. 
Cosa c’è di più strano ma comprensibile di una pianta carnivora con la bocca? Di una pianta che mangia come noi traendo nutrimento dalle prede che cattura?
Nulla è più stimolante e facile da capire (emotivamente parlando) di una pianta che si “comporta” come una persona. 
Lasciatevi coinvolgere da questa voglia improvvisa di esplorare nuovi mondi, soprattutto se questa sensazione può essere appagata con poco. 
Non preoccupatevi delle conseguenze (ebbene si, la prima pianta potrebbe anche morire) e godetevi i primi ingenui momenti dopo la scoperta. Le più grandi passioni nascono così, da una scelta istintiva di un attimo che a volte condiziona una vita intera.

Quale esperto di piante carnivore non ricorda, con un po’ di nostalgia, tutte le ore passate a guardare quelle fameliche trappole nell’attesa di un piccolo insetto volante suicida? 
O quel momento in cui è passato da ammirarne la bizzarria , quasi senza farci caso, ad ammirarne la bellezza?  
O quando ha deciso di sfidare le carnivore più ostiche sperimentando le più svariate tecniche di coltivazione?
Ogni passione ha la sua evoluzione e ogni persona, col tempo, matura le proprie esperienze e conoscenze.
Quel che conta però è ricordare e rispettare l’ingenuità e la spensieratezza con cui tutto nasce. 
Fa parte del gioco!

Valerio

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.